fattoreD

“La società a cui ci rivolgiamo ha bisogno di visioni e di prospettive, di idee ma soprattutto della loro concreta realizzazione. Se la politica si chiude in un orizzonte ristretto abdica il proprio ruolo e non solo non è in grado di intercettare le richieste, ma neanche di elaborare le risposte.
Io l’ho sempre pensata così. La politica è cambiamento, è campo del conflitto e diventa buona politica se agisce in quel campo per mediare e cambiare in meglio la società. Senza questa prospettiva è inutile e dannosa. E un anno e mezzo fa in molti facemmo una scelta chiara, dettata da una spinta comune: ritornare alla politica bella e vera, quella capace di ascoltare ed essere vicina ai deboli, alle persone comuni. Una politica inclusiva, aperta a chi avesse voglia di aprire le proprie porte eliminando gli steccati ideologici.”

® 2013 Daniela Bianchi
Top