INTERVISTA A DANIELA BIANCHI SU ” IL REGIONALE”

Category: News

Daniela Bianchi, 5 anni da Consigliera, ha usato come slogan della sua campagna “Per contare davvero. Perchè? Pensa che la provincia di Frosinone conti poco?

 

Per contare davvero vuole essere un invito a credere per primi noi nella forza di questo territorio che non può accontentarsi delle briciole, ma deve recitare un ruolo da protagonista nel Lazio. Solo qualche giorno fa con un’azione legislativa che ho avviato ad agosto, è nato il primo biodistretto del Lazio. Lo sa dove? Nella nostra provincia, in Valle di Comino. Ecco a cosa mi riferisco

 

Dopo 5 anni da Consigliera qual è il bilancio che porta agli elettori?

Penso che ogni rappresentante politico a termine del suo mandato debba rendicontare le cose che personalmente ha fatto, i risultati raggiunti e le cose ancora da fare. Come Consigliera ho lavorato all’Accordo di Programma per l’area Frosinone-Anagni che ha portato 55 mln di investimenti e il riconoscimento dell’area di crisi complessa. Ho presentato 7 proposte di legge come prima firmataria, portato a casa la legge sui cammini finanziata con 700mila euro e  quella sui biodistretti per un’agricoltura sana di qualità. Ho contribuito a leggi regionali come quella sui contratti di fiume e sull’acqua, coordinato il tavolo sulla Valle del Sacco e ottenuto l’avvio dello screening sull’autismo per tutti i nuovi nati. Sempre con un mio intervento, nel Lazio per la prima volta c’è un microcredito che con 2,8 mln aiuta le famiglie che vogliono adottare.

 

Quali impegni futuri si sente di prendere con i cittadini della provincia di Frosinone?

 

Il territorio che verrà passa da 6 progetti chiari che voglio portare avanti da Consigliera regionale e su cui chiedo la fiducia dei cittadini. Eccoli.

 

  • L’avvio di una grande area urbana che unisca le potenzialità  delle città di Frosinone, Alatri, Ferentino, Ceccano e Veroli. Non solo mettere insieme servizi come trasporti, raccolta dei rifiuti e tutela ambientale. Dobbiamo ambire, con la forza di 150mila abitanti, ad essere un luogo attrattivo per grandi progetti ed eventi culturali in diretta competizione altre aree simili.
  • Trasformare le scuole in veri e propri campus dove i ragazzi possano stare insieme anche dopo le ore di studio. Luoghi in cui i ragazzi potranno socializzare, fare attività culturali e spotive e crescere insieme. La proposta è già stata inserita nel programma del presidente Zingaretti e prevede la sperimentazione immediata in 50 scuole con l’attivazione di un fondo.
  • Sostenere il neonato biodistretto della Valle di Comino e puntare ad avviare altri distretti biologici in altre zone della provincia. Grazie al biodistretto possiamo garantire ai consumatori delle produzioni sane e a km 0 e alle imprese agricole locali la possibilità di crescere e avere un futuro.
  • Continuare a lavorare per l’economia della bellezza puntando su cammini che nel solo tratto della via Francigena in Toscana è capace di generare 240 mila pernottamenti l’anno e 20 mln di euro, sui borghi e sui parchi naturali. A partire dall’area dei Monti Ernici da 17mila ettari di zone naturali, attraversata dalla via Francigena e che ha bisogno di essere protetta e valorizzata, come richiamato anche nel programma del presidente Zingaretti.
  • Sfruttare al meglio l’occasione della Ryder Cup 2022 assegnata a Roma. Si tratta del più importante torneo di golf,  terzo evento sportivo più seguito al mondo dopo le olimpiadi e i mondiali di calcio.Trasmesso in diretta in 200 paesi con 600 milioni di telespettatori e 500 milioni di euro di indotto. Dovremo lavorare per farne un’occasione di sviluppo e rilancio per Fiuggi e l’area nord della provincia.
  • Infine, proseguire le azioni fatte fino ad oggi per la nascita e lo sviluppo di aree industriali sostenibili e innovative, che con meno burocrazia e infrastrutture comuni tra le imprese, possano attrarre nuove imprese creative e valorizzare le vocazioni locali. L’esempio da cui ripartire è l’Ideal Standard di Roccasecca, sito acquisito dalla Saxa Gres che produrra una nuova generazione di sanpietrini.

Pensa che siano progetti davvero realizzabili?

Oggi conosco bene la macchina regionale dopo 5 anni da Consigliera. Le cose fatte fino ad oggi dimostrano che con il Presidente Zingaretti al Governo è possibile alzare l’asticella e provare a proporre una politica nuova, che invece di parlare di nomi e correnti, si concentra su idee e progetti da realizzare.