GRANDI AREE URBANE E SVILUPPO LOCALE: ECCO COME FAR CONTARE DAVVERO IL NOSTRO TERRITORIO

Category: Uncategorized

Una grande città intercomunale che possa dare maggiori e migliori servizi ai cittadini e aumentare la qualità della vita e dell’ambiente.Una vera riorganizzazione degli enti locali capace di combattere efficacemente l’inquinamento urbano, di gestire più efficamente i rifiuti e il trasporto pubblico, oltre a creare luoghi ed eventi di incontro e crescita per giovani e meno giovani.

Questo è il mio impegno. Non è solo una proposta ma uno dei punti richiamati nel programma del Presidente Zingaretti con cui si incentiveranno i processi associativi tra comuni e si darà maggiori compiti agli enti locali. La riforma prevista, che darà maggiori poteri e risorse ai Comuni con un accordo istituzionale da raggiungere entro 6 mesi dall’inizio della Consiliatura, definirà le competenze e la visione unitaria di sviluppo locale.

 

Possiamo essere la prima provincia a sperimentare questa innovazione che riguarderebbe inizialmente i Comuni i Frosinone, Alatri, Ceccano, Veroli e Ferentino. Un’area urbana da 150mila abitanti che avrebbe più peso e forza anche nelle decisioni regionali. Non si tratta di cancellare le identità locali, ma di mettere in comune risorse, servizi e azioni per dare ai alle persone una vivibilità migliore delle città. Bandi unificati e una singola centrale unica degli acquisti per più Comuni (come già sperimentato dalla Regione in sanità) potrebbe far risparmiare milioni di euro e rendere le amministrazioni più trasparenti. Allo stesso tempo, la forza di un’area urbana da 150mila abitanti darebbe la possibilità di presentare progetti legati alle risorse regionali ed  europee ambiziosi e di grande impatto legati alla cultura, al lavoro e allo svilippo. Pensiamo solo a quante volte le varie iniziative culturali e festival svolti in Comuni adiciacenti in molti casi si sovrappongono impedendo l’avvio di una vera offerta turistica e culturale.

 

La Regione è pronta a fare il suoi una grande area urbana può essere una delle strade più efficaci per contare davvero a livello regionale. Il progetto potrebbe essere applicato anche ad altre aree come quelle del nord della Provincia, del sorano e del cassinate. Un esempio di come l’unione faccia la forza è il progetto regionale “reti del commercio” con cui  sono stati finanziati 15 progetti da 100mila euro l’uno per il sostegno ad azioni di rilancio dei centri storici.

 

Stessa attenzione dedicheremo ai piccoli Comuni.Nel 2017 a favore di queste realtà la regione ha stanziato 2,5  mln con progetti nel sociale e per gli anziani. Nella prossima consiliatura targata Zingaretti, sarà riservato un Assessorato ai Piccoli comuni, anche se a me piacerebbe parlare di assessorato allo sviluppo locale. Oltre a questo, prevediamo una legge specifica e un fondo di sostegno ai piccoli comuni destinato al contrasto del dissesto idogeologico, al recupero dei borghi e al riuso delle case vuote per fini turistici.

Idee e progetti chiari, per far contare davvero la nostra provincia e le sue tante energie inespresse.