TAVOLO COSILAM: LAZIO MERIDIONALE PUO’ DIVENTARE PRIMA AREA PRODUTTIVA ECOLOGICA

20476137_10211849492625214_1475542019016942336_n

Ago 1, 2017 Cultura, dbnews, DBPensiero, Sviluppo 0 459 Views

 
Buona l’intenzione espressa con il tavolo sulle Apea convocato dal Presidente Zola per far nascere la prima area produttiva ecologicamente attrezzata (APEA) nel Lazio meridionale, e in particolare nell’area di Cassino. In questa fase il compito più importante spetta al Consorzio industriale del Cosilam che deve pianificare il percorso, coinvolgere le aziende e dare un ruolo centrale all’Università di Cassino. L’ateneo deve essere il vero pivot di quest’operazione.
 
Così Daniela Bianchi, Consigliera Regionale del Lazio (Gruppo Insieme), prima firmataria della Proposta di Legge Regionale sulle Apea e componente della Commissione Sviluppo alla Pisana intervenuta al tavolo sull’APEA tenutosi stamattina a Cassino e organizzato dal Consorzio Industriale del Cosilam.
 

L’obiettivo delle APEA infatti non è la semplice attrazione di nuovi fondi per le imprese, ma cambiare il modo di produrre, innovare un territorio e attivare un riposizionamento competitivo che guardi all’industria ma anche al turismo, al commercio.
 
Come designato nella Proposta di Legge regionale sulle Apea che mi vede come prima firmataria, le aree prodttive ecologiche permettono alle aziende di mettersi insieme per dar vita ad un’economia circolare, dove la produzione è sostenibile, dove l’energia e le infrastrutture sono condivise e dove la burocrazia è azzerata. Inoltre c’è una forte innovazione sociale portata avanti dalle imprese stesse, con ad esempio, asili nido aziendali e trasporti sostenibili per i dipendenti. Stesso approccio può valere anche per altri settori dell’economia, come quello turistico, in cui imprese e soggetti si mettono insieme per contribuire alla tutela e alla crescita economica del territorio.

 
-La Regione sulle APEA già si è mossa – spiega Bianchi – approvando le linee guida e stanziando per queste aree 30 mln di euro sui 150 del Piano di Rindustrializzazione. Adesso tocca al territorio fare la propria parte con coraggio e abbandonando vecchie logiche che in questi anni si sono concentrate più su nomi e poltrone che sulle cose da fare. La disponibilità del Cosilam e del Presidente Zola verso le APEA è un segnale positivo che deve portare a trasformare i Consorzi Industriali da semplici enti di controllo e gestione, ad enti che pianificano lo sviluppo.
 
Auspico che dopo questa riunione preliminare si entri subito nel vivo, e fin da adesso metto a disposizione il lavoro fatto in questi anni. Visti anche i segnali arrivati da altri territori, spero anche che il Consiglio possa calendarizzare al più presto la Proposta di Legge sulle Apea.

Share this on: Facebook // Twitter // Delicious // Digg // Reddit // Stumbleupon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

® 2013 Daniela Bianchi
Top