LAVORO: PROROGA MOBILITA’ E POLITICHE ATTIVE PER PROV. FROSINONE FIRMATO ACCORDO PER LE AREE DI CRISI COMPLESSA CON I SINDACATI. STANZIATI 21 MLN

DBuqUTcWsAEfyjz

Lug 17, 2017 dbnews, Lavoro, Progetti 0 1286 Views

 
Con uno stanziamento di 21 milioni di euro, a cui si potranno aggiungere altri 19 milioni, la proroga della mobilità per migliaia di lavoratori dell’area di Crisi di Frosinone e Rieti è realtà. Ma sarà diversa dagli anni precedenti. Alla proroga sono legati degli interventi che permetteranno ad ogni lavoratore di ritornare ad avere un ruolo attivo. Per i lavoratori con meno di 60 anni infatti sono previsti dei percorsi di reinserimento lavorativo nelle aziende, mentre chi ha più di 60 sarà impegnato in lavori di pubblica utilità nei Comuni.
 

Così Daniela Bianchi, Consigliera Regionale del Lazio (Gruppo MDP) e componente della Commissione Sviluppo e Lavoro alla Pisana commenta la firma del’accordo quadro fra la Regione Lazio e le Parti sociali volto a salvaguardare il reddito dei disoccupati che hanno lavorato nelle aree di crisi industriale complessa di Frosinone e Rieti.
 
La firma dell’accordo tra le parti sociali è solo l’ultima tappa di un cammino iniziato appena arrivati in Regione. Avevamo promesso che non avremmo lasciato sole le famiglie in difficoltà della provincia di Frosinone, e così è stato. Così come avevamo promesso che avremmo sostituito le politiche passive che tenevano per anni le persone a casa con interventi attivi per ridare loro un ruolo nella comunità e nel lavoro.
 
Come ha ricordato l’Assessore Valente, adesso tocca al territorio sfruttare questa ennesima occasione fornita dalla Regione per coinvolgere questi lavoratori nelle diverse realtà produttive locali.
 
L’intervento è stato possibile grazie all’impegno decisivo della Regione, e in particolare dell’Assessorato al Lavoro guidato da Lucia Valente, che ha permesso lo sblocco delle risorse finanziarie necessarie a sostenere i lavoratori senza reddito e proposto al Parlamento e al Governo le modifiche legislative per attivare le misure.
 
Saranno utilizzati almeno 21 mln di euro recuperati dalle risorse riservate alla cassaintegrazione in deroga per l’anno 2016 non utilizzate, a cui potranno essere aggiunti ulteriori 19 milioni dell’anno in corso. Con questi fondi si prevede inizialmente di accogliere oltre mille domande di proroga per un anno, comprendo l’intera platea di lavoratori in mobilità. Le misure sono rivolte a tutti quei lavatori dipendenti di aziende che si trovano nelle aree di crisi complessa Frosinone-Rieti per i quali scade la mobilità nel 2017. Per la sola provincia di Frosinone la misura riguarderà tutti i 475 lavoratori con la mobilità in deroga, a cui potranno aggiungersi quelli con la mobilità ordinaria.
 
Non abbiamo mai condiviso l’idea di parcheggiare per anni le persone a casa ma al contrario, siamo impegnati nel dare ad ognuno la possibilità di rimettersi in gioco. Un risultato storico per cui mi sento di ringraziare, oltre all’Assessore Valente, i sindacati e i lavoratori di Vertenza Frusinate che ci hanno spronato a fare tutto il possibile. Il dialogo e la partecipazione con le parti sociali hanno permesso di capire le reali difficoltà del mondo del lavoro e di investire politiche innovative.


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/mhd-01/www.danielabianchi.it/htdocs/PartecipaCondividiProgetta/wp-includes/class-wp-comment-query.php on line 405

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

® 2013 Daniela Bianchi
Top