AGRICOLTURA: IL CIBO DEL LAZIO CONQUISTA IL MONDO +15,7% LE ESPORTAZIONI NEL 2017

agricoltura_lazio

Nov 15, 2017 dbnews 0 529 Views

 
Il mondo ama il cibo del Lazio. Nei primi 6 mesi del 2017 l’export dell’agroalimentare laziale è aumentato del 15,4%, il triplo rispetto al resto d’Italia. Non è un risultato casuale, ma frutto dell’impegno di migliaia di imprese e di una nuova politica regionale che ha investito 9,5 mln di euro per la promozione e l’internazionalizzazione del settore agroalimentare laziale.
 
Abbiamo ricominciato ad esportare il nostro vino, l’olio, formaggi e tanti altri prodotti ed oggi l’agricoltura è diventata un settore trainante per l’economia regionale. Ma non vogliamo fermarci. Per il 2017-2018 sarà attivo un nuovo pacchetto di interventi. 2 mln saranno investiti in un piano per la partecipazione a fiere nazionali e internazionali, in ogni camera di Commercio saranno organizzati dei seminari dedicati alle imprese mentre altri 6 mln finanzieranno fino al 50% di progetti di promozione PROSPEX (Progetti strutturati di promozione dell’export). Facciamo tutto questo per consentire anche al piccolo imprenditore di far conoscere la bontà dei suoi prodotti ed esportarli in tutto il mondo
 
I BANDI

PIANO DI INTERNAZIONALIZZAZIONE/PROMOZIONE – FIERE NAZIONALI E INTERNAZIONALI
Un investimento da più di 2 milioni di euro per partecipare a: • Mercato Mediterraneo – Fiera di Roma, 22-25 novembre 2017; • Fruit Logistica – Berlino, 7-9 febbraio 2018; • Biofach – Norimberga, 14-17 febbraio 2018; • Vinitaly – Verona, 15-18 aprile 2018; • Sol – Verona, 15-18 aprile 2018; • Cibus – Parma, 6-10 maggio 2018; • Sana – Bologna, 8-11 settembre 2018; • Salone del Gusto – Torino, 22-26 settembre 2018; • Sial – Parigi, 21-25 ottobre 2018.
 
SEMINARI FORMATIVI PER L’INTERNAZIONALIZZAZIONE AGROALIMENTARE
La Regione Lazio, in collaborazione con Arsial e Lazio Innova, e Unioncamere Lazio organizzano un ciclo di seminari incentrati sulla promozione e l’internazionalizzazione del settore agroalimentare laziale. Un’opportunità di alta formazione completamente gratuita, messa a disposizione delle imprese della regione. I seminari si svolgeranno in tutte le province laziali e saranno incentrati sui principali aspetti inerenti l’internazionalizzazione del settore agroalimentare: dalla movimentazione internazionale dei prodotti food, ai requisiti legali per poter vendere nei principali mercati esteri, alle strategie di comunicazione e marketing.
 
Si parte con Roma (15 novembre), Latina (29), Frosinone (12 dicembre) per poi proseguire alla volta di Rieti (13 e 14 dicembre), ancora Frosinone (16 gennaio), Viterbo (18), Rieti (25) per poi ritornare, infine a Roma (7 e 21 febbraio). Tra i temi che verranno approfonditi quelli legati alla certificazione e all`etichettatura, alle dogane, alla logistica e ai trasporti, all`e-commerce, al packaging e marketing. Per partecipare ai seminari è possibile effettuare la registrazione attraverso il portale della Regione Lazio (www.laziointernational.it) nella sezione `Formazione e Orientamento`

 
BANDO DI INTERNAZIONALIZZAZIONE PROSPEX (PROGETTI STRUTTURATI DI PROMOZIONE DELL’EXPORT)
6 MILIONI DI EURO PER L’INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE LAZIALI

 
La Regione Lazio, con il Bando di Internazionalizzazione PROSPEX (Progetti strutturati di promozione dell’export), mette a disposizione delle imprese un contributo a fondo perduto del 50% per accedere a progetti “chiavi in mano” gestiti da professionisti per iniziare a operare all’estero e/o consolidare azioni già avviate. Come aderire: la terza e ultima finestra del bando sarà aperta dal 9 gennaio al 20 marzo 2018.
 
Le PMI laziali potranno scegliere il progetto di loro interesse, tra quelli selezionati dalla Regione Lazio, nel “Catalogo” che sarà pubblicato online sul portale regionale per l’internazionalizzazionewww.laziointernational.it Iscrivendosi alla Newsletter, dalla homepage di LazioInternational, è possibile restare aggiornati su tutte le tempistiche del Bando PROSPEX (pubblicazione del Catalogo, apertura dei termini per aderire ai progetti, etc.).
 
I progetti prevedono una serie di azioni diverse: partecipazione a fiere; incoming di buyer; assistenza per la certificazione dei prodotti, etichettatura e pratiche doganali; ricerca di partner e organizzazione di visite aziendali. Ma anche Temporary Export Manager e ideazione, produzione e traduzione di materiali informativi/promozionali e siti web. I progetti possono includere anche le spese per i servizi di viaggio (incluso il soggiorno) per il personale dipendente della PMI beneficiaria.
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

® 2013 Daniela Bianchi
Top